Uno stile di vita sbagliato può compromette la vista?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità indica che i problemi oculari sono sempre più legati alle scelte dello stile di vita

Tear Film & Ocular Surface Society (TFOS), leader mondiale nella ricerca e nell’istruzione in materia di salute degli occhi, ha annunciato il prossimo Workshop internazionale dal titolo “Un’Epidemia legata allo Stile di Vita: Patologie della Superficie Oculare.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità indica che i problemi oculari sono sempre più legati alle scelte dello stile di vita.  Le patologie associate allo stile di vita sono principalmente causate dalle abitudini quotidiane delle persone, i cui comportamenti possono causare una serie di problemi di salute che possono portare a malattie croniche non trasmissibili con una diminuzione della qualità della vita e conseguenze quasi letali.

“Il mondo che ci circonda è incredibilmente cambiato e i nostri comportamenti riflettono questa trasformazione. Oggi, ad esempio, decine di milioni di persone si trovano a casa e rimangono troppo a lungo di fronte agli schermi dei computer per colpa delle aule virtuali e del telelavoro legati alla chiusura di scuole e uffici a causa del COVID-19,” ha dichiarato Amy Gallant Sullivan, Direttore esecutivo di TFOS. “Il nuovo Workshop TFOS si concentrerà sul modo in cui i problemi oculari sono sempre più legati al nostro stile di vita, a cosa facciamo a noi stessi, dall’uso della tecnologia alle routine di bellezza, a ciò che mangiamo, al luogo in cui viviamo, ecc. La nostra missione in qualità di società scientifica globale di fama mondiale è migliorare le nostre conoscenze e informare le persone sul modo in cui le nostre scelte influiscono sui nostri occhi, sulla nostra vista e sulla nostra qualità dia vita.”

I sottocomitati di questo Workshop TFOS e il conseguente Report si concentreranno sui seguenti aspetti: affaticamento oculare digitale, cosmetici, nutrizione, auto-iatrogenesi, ambiente, scelte legate allo stile di vita, lenti a contatto, sfide per la società e consapevolezza del pubblico.

“Lo studio delle patologie delle superfici oculari si è evoluto drasticamente negli ultimi anni e TFOS ha svolto un ruolo fondamentale in questa trasformazione”, ha spiegato la Dott.ssa Jennifer Craig, Professore associato e Responsabile del laboratorio di superficie oculare dell’Università di Auckland in Nuova Zelanda. “I Report di TFOS svolgono un ruolo fondamentale nel consolidare e tradurre la scienza e la letteratura pubblicate, stimolando la ricerca futura attraverso l’identificazione delle lacune e delle esigenze insoddisfatte.”

“Le implicazioni della compromissioni della propria vista e della qualità della vita nel suo complesso sono enormi, e anche i giovani oggi sono a rischio”, ha commentato la Dott.ssa Monica Alves, Professoressa, Dipartimento di Oftalmologia, Università di Campinas, Brasile. “Con il sostegno della comunità scientifica e con misure preventive, questo processo potrebbe essere gestito molto meglio”.

Iscriviti ora e rimani aggiornato