Approvato il primo spray nasale contro l’emicrania, lo lancia Pfizer

Gli studi clinici concordano: lo spray nasale lanciato da Pfizer aiuta a combattere l’emicrania. È una svolta nel mondo farmaceutico, dato che per la prima volta è stato approvato un farmaco ad azione rapida che aiuta a combattere questa condizione senza essere assunto per via orale.
spray nasale pfizer

Gli studi clinici concordano: lo spray nasale lanciato da Pfizer aiuta a combattere l’emicrania. È una svolta nel mondo farmaceutico, dato che per la prima volta è stato approvato un farmaco ad azione rapida che aiuta a combattere questa condizione senza essere assunto per via orale.

Emicrania, arriva lo spray nasale di Pfizer

Pfitzer ha reso noto che Food and Drug Administration ha approvato il primo farmaco ad azione rapida contro l’emicrania che non si assume per via orale, si tratta di Zavegepant ed è uno spray nasale. Questa condizione limita e non poco la quotidianità di chi ne soffre e, fino a questo momento, non era mai stata trovata una soluzione istantanea di questo tipo. Secondo gli studi l’emicrania è la seconda patologia più debilitante ma, nonostante questo, troppo spesso non ha le attenzioni che si merita.

Cos’è l’emicrania

Chi non ne soffre può scambiarla per un semplice mal di testa, l’emicrania però è molto di più. Ha una durata che varia dalle 4 alle 72 ore nelle quali possono aggiungersi anche nausea, sensibilità estrema a rumori e luci e vomito. Quando questa si manifesta per più di 15 giorni al mese, viene considerata cronica. Secondo le stime, più del 77 per cento di chi ne soffre non si è mai rivolto a un medico per combatterla.

Una volta capita la gravità di questa condizione, appare chiaro che trovare una soluzione sia fondamentale. Fino a questo momento nessun farmaco poteva garantire di alleviare dai sintomi in modo così rapido ed efficace, qualcosa è però finalmente cambiato.

Potrebbe interessarti anche: Apnee notturne, presentata proposta di Legge per riconoscerla come malattia cronica

Come funziona lo spray nasale Pfizer e in quanto tempo agisce

L’emicrania potrebbe finalmente avere una soluzione, almeno per alleviarne i sintomi nell’immediato. Pfizer ha lanciato il suo spray nasale ed è stato approvato. Secondo i dati clinici, Zavegepant fa effetto a partire dai 15 minuti dalla sua assunzione, dunque ha un’azione rapida e immediata. Anche la sua efficacia ha superato la prova a pieni voti e ora si appresta a debuttare nel mercato. Il prodotto verrà commercializzato con il nome di Zavzpret e non solo agirà sul mal di testa, ma anche sugli altri sintomi che contraddistinguono l’emicrania. Questo nuovo farmaco rappresenta una vera e propria rivoluzione nel settore farmaceutico e presto tutti potranno trarne i benefici. Si deve considerare che i farmaci fino a qui approvati possono impiegare anche due ore per fare effetto, i 15 minuti previsti da questo nuovo spray nasale sono, sotto questo punto di vista, stupefacenti.

Il terzo farmaco approvato, il primo nasale

Zavegepant è il terzo farmaco contro l’emicrania approvato falla FDA, ma è il primo che si assume sotto forma di spray nasale. Questo comporta notevoli benefici soprattutto per chi convive con i sintomi di nausea e vomito, e che quindi spesso non riesce ad assumere i farmaci per via orale. Angela Hwang, presidente della divisione biofarmaceutica di Pfizer, ha dichiarato che la sua approvazione “segna una svolta significativa”. Ha poi proseguito sottolineando i vantaggi per coloro i quali “hanno bisogno di liberarsi dal dolore e preferiscono opzioni alternative ai farmaci orali”.

Leggi anche...
I più recenti
Al via la Piattaforma Nazionale di Telemedicina in alcune regioni pilota

Al via la Piattaforma Nazionale di Telemedicina in alcune regioni pilota

differenze colpo di calore insolazione

Colpo di calore e insolazione: quali sono le differenze principali e come riconoscerli

quante volte mettere la crema solare

Quante volte mettere la crema solare? Ecco i consigli degli esperti

quante docce fare in estate

Caldo estivo, troppe docce fanno male? Ecco quante farne

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.