Infarti e ictus, alcuni alimenti possono prevenirli: ecco quali

Un recente studio ha posto nuovamente l’attenzione su infarti e ictus, mettendo in luce quali siano gli alimenti chiave per prevenirli. Ecco che cos’è emerso e quale dieta può salvare le persone da tali malattie.

Infarti e ictus, i sei alimenti che aiutano a prevenirli

Una ricerca recentemente condotta presso la McMaster University e Hamilton Health Sciences ha posto l’attenzione sull’importanza capitale di un’alimentazione corretta nel ridurre il rischio di patologie cardiovascolari, come ad esempio infarti e ictus.

Secondo gli studiosi, un consumo equilibrato di sei gruppi alimentari gioca un ruolo fondamentale nel promuovere la salute del cuore. È stato sottolineato l’importanza della combinazione di questi alimenti per ottenere risultati ottimali, e assumerli in modo oculato e corretto diventa importantissimo

I sei gruppi di alimenti individuati sono: frutta, verdura, legumi, semi oleosi, pesce e latticini integrali.

I benefici di un’alimentazione sana e variegata

La ricerca ha dimostrato che adottare un’alimentazione che includa un regolare consumo degli alimenti sopracitati, risulta fondamentale per ridurre il rischio d’infarti e ictus. Allo stesso tempo, gli studiosi hanno evidenziato diverse modalità per seguire un’alimentazione salutare, come ad esempio l’inclusione moderata di cereali integrali o carni non processate.

Insomma, non si deve escludere totalmente l’assunzione di altri cibi, ma è necessario includerli nella propria dieta in modo corretto, seguendo di conseguenza un’alimentazione sana e variegata.

Il punteggio PURE Healthy Diet Score

In questa ricerca è stato sviluppato un punteggio denominato PURE Healthy Diet Score, che raccomanda un consumo giornaliero medio di frutta (da due a tre porzioni), verdura (da due a tre porzioni), semi oleosi (una porzione) e latticini integrali (due porzioni).

Inoltre, viene suggerito anche un consumo settimanale di legumi (da tre a quattro porzioni) e pesce (da due a tre porzioni). Come possibili alternative, è possibile includere cereali integrali (una porzione al giorno) e carni rosse non lavorate o pollame (una porzione al giorno).

Risvolti globali e impatto sulla salute

Questo studio ha un ampio raggio d’azione, coinvolgendo dati provenienti da oltre 245.000 individui provenienti da 80 paesi diversi, ed è stato pubblicato sull’European Heart Journal. La ricerca si è concentrata principalmente sugli alimenti con proprietà naturali e protettive per la prevenzione delle patologie cardiovascolari.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, tali patologie sono responsabili di un numero elevato di decessi a livello globale, con infarti e ictus che rappresentano l’85% di questi casi.

Infarti e ictus, rischi e impatto

L’infarto e l’ictus sono due tra le principali cause di morte nel mondo, e costituiscono una minaccia significativa per la salute della popolazione. L’infarto, anche noto come attacco di cuore, si verifica quando l’apporto di sangue al muscolo cardiaco viene interrotto a causa dell’occlusione delle arterie coronarie.

Questa situazione può provocare danni permanenti al cuore, con conseguenze molto serie per la funzionalità cardiaca, compresa la morte. D’altro canto, l’ictus, noto anche come ictus cerebrale o attacco ischemico transitorio (TIA), si verifica quando l’afflusso di sangue al cervello viene compromesso o interrotto.

Ciò può portare a danni cerebrali permanenti e anch’esso alla morte. Entrambe queste condizioni richiedono un tempestivo intervento medico per massimizzare le possibilità di sopravvivenza e di recupero. La prevenzione è fondamentale attraverso uno stile di vita sano, che include una dieta equilibrata, composta dagli alimenti di cui abbiamo scritto in precedenza, attività fisica regolare e un controllo costante dei fattori di rischio.

Tra questi, troviamo sicuramente il fumo, l’ipertensione e il diabete. Una maggiore consapevolezza e una pronta risposta in caso di sintomi di infarto o ictus sono fondamentali per salvaguardare la vita e la salute delle persone.

Leggi anche: Alimentazione, ecco i cibi da evitare per proteggere i denti

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
I più recenti
Cos’è il colera: i sintomi e dov’è ancora diffuso
Smog e problemi respiratori, bambini più a rischio: i consigli degli esperti
Cos’è la malattia del cervo zombie: cause e sintomi
Che cos’è l’ipersonnia: può essere sintomo di una patologia

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.