Coronavirus, “oggi notificate infezioni di 10-11 giorni fa” 

Se quasi tutta Italia è chiusa in casa da una settimana, perché non si vede un netto calo dei contagi? “Il tempo di incubazione varia, i riscontri ci dicono da 2 a 11 giorni, per qualcuno anche oltre. Gli effetti si vedono progressivamente, non tutte le infezioni sono sincronizzate. Oggi vengono notificate infezioni che derivano da 10-11 giorni precedenti”, spiega il virologo Fabrizio Pregliasco, Direttore Sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano. “Sarà fondamentale l’attenzione di tutte le regioni che ancora non sono coinvolte per ridurre la diffusione. Gli effetti li vedremo più avanti”, aggiunge. 

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
I più recenti
Cos’è la malattia del cervo zombie: cause e sintomi
Che cos’è l’ipersonnia: può essere sintomo di una patologia
Tachicardia e reflusso sono collegati? Ecco cosa dicono gli esperti
Pericardite, quali sono i sintomi dell’infiammazione che ha colpito Crosetto

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.