Speciale Covid-19

Covid Abruzzo, oggi 392 contagi e 5 morti: bollettino

Sono 392 i nuovi contagi da Coronavirus in Abruzzo secondo il bollettino di oggi, 26 marzo. Nella tabella della Regione si fa riferimento ad altri 5 morti, di cui uno dei giorni scorsi, registrato solo oggi. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti 4.629 tamponi molecolari e 1.598 test antigenici. La percentuale di positività è al 6,3%. Le vittime più recenti, di età compresa tra 48 e 91 anni, sono due in provincia di Chieti, uno in provincia dell’Aquila, uno in provincia di Teramo e uno in provincia di Pescara. 615 i pazienti non in terapia intensiva, in calo di 6 unità rispetto a ieri, 85 in terapia intensiva, sei in più.  

Del totale positivi, 15.425 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+132 rispetto a ieri), 16.291 in provincia di Chieti (+109), 16.879 in provincia di Pescara (+66), 14.628 in provincia di Teramo (+77), 520 fuori regione (+8) e 190 per cui sono in corso verifiche sulla provenienza. Da inizio pandemia ci sono stati 2.072 decessi. 

Covid Valle d’Aosta, oggi 57 contagi e 1 morto: bollettino

Sono 57 i nuovi contagi da coronavirus in Valle d’Aosta secondo il bollettino di oggi, 26 marzo. Registrato inoltre un morto. Il totale complessivo delle persone risultate positive al virus da inizio epidemia nella regione è di 8.873. I casi positivi attuali sono 690, 41 più di ieri di cui 24 ricoverati in ospedale, sette in terapia intensiva, e 659 in isolamento domiciliare. I guariti sono 7763, +15 rispetto a ieri. I tamponi fino ad oggi effettuati sono 91.388, 817 più di ieri di cui 11.487 processati con test antigienico rapido. Con il decesso segnalato oggi salgono a 420 le persone positive al Covid decedute in Valle D’Aosta.  

Lombardia zona rossa, Fontana: “Numeri alti terapie intensive”

Lombardia zona rossa per almeno un’altra settimana? “Purtroppo è ancora alto il numero dei letti occupati in terapia intensiva e negli ospedali. Oggi lo sapremo ma temo che si vada verso una conferma della zona rossa”, ha detto al Tg5 il governatore, Attilio Fontana. 

Nonostante il lieve calo a livello nazionale dell’incidenza del virus, la Lombardia risulta ancora molto al di sopra della soglia critica insieme ad altre 6 regioni. Nel dettaglio, si tratta di Emilia Romagna, con 349 nuovi casi di Covid-19 ogni 100mila abitanti, Friuli Venezia Giulia (410), Lombardia (293), Marche (284), Piemonte (355), Provincia autonoma di Trento (279), Puglia (293) e Valle d’Aosta (292). Nel Lazio l’incidenza è di 217 nuovi casi ogni 100mila abitanti, in Veneto di 254 su 100mila. La Sardegna ‘vanta’ un’incidenza di 68 nuovi contagi ogni 100mila abitanti, la più bassa.
 

Lazio zona arancione da 30 marzo, scade ordinanza zona rossa

Il Lazio lascia la zona rossa e torna zona
arancione da martedì 30 marzo, con nuove regole e misure per spostamenti, scuola e categorie di negozi. L’ordinanza relativa al Lazio in zona rossa, infatti, è in scadenza. I dati relativi all’epidemia di coronavirus evidenzia “un miglioramento. Nelle determinazioni che avremo nelle prossime ore sarà zona arancione. Questo avverrà a scadenza dell’ordinanza vigente, a mezzanotte tra lunedì e martedì. Da martedì il Lazio sarà zona arancione”, dice il ministro della Salute Roberto Speranza, in conferenza stampa con il presidente del Consiglio Mario Draghi, al termine della cabina di regia con i ministri sul prossimo decreto Covid. 

“Ci saranno regioni che potranno passare dalla zona arancione a quella rossa e altre che dalla zona rossa passeranno a quella arancione -aggiunge-, quest’ultimo caso è quello del Lazio che ha avuto dei dati negli ultimi gironi in miglioramento”.
 

Con il passaggio in zona arancione, il Lazio vedrà la riapertura di scuola elementare e media e inoltre, come si legge sulle FAQ sul sito del governo, “le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado (licei e istituti professionali) adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, in modo che almeno al 50 per cento e fino a un massimo del 75 per cento degli studenti sia garantita l’attività didattica in presenza. La restante parte degli studenti partecipa alla didattica a distanza”. Previste anche nuove misure per gli spostamenti e per categorie di negozi attualmente chiusi. 

ZONA ARANCIONE, LE REGOLE
 

– Vietato circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all’altra e da un Comune all’altro, salvo comprovati motivi di lavoro, studio, salute, necessità. Raccomandazione di evitare spostamenti non necessari nel corso della giornata all’interno del proprio Comune. Saranno comunque consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia 

– Chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto per i bar è consentito fino alle ore 18. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno. Chiusura di musei e mostre. 

– Didattica in presenza per scuole dell’infanzia, scuole elementari e scuole medie. Didattica in presenza almeno al 50% per le superiori. Chiuse le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori. 

– Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico. Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie. 

– Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi. 

Salute

Banco Farmaceutico ha raccolto oltre 468.000 confezioni di medicinali

I cittadini hanno donato 468.00 confezioni di medicinali, pari a un valore superiore a 3,5 milioni di euro

Durante la GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco di Banco Farmaceutico (9 – 15 febbraio), i cittadini hanno donato 468.00 confezioni di medicinali, pari a un valore superiore a 3,5 milioni di euro. Questi farmaci aiuteranno più di 434.000 persone povere di cui si prendono cura 1.790 realtà assistenziali convenzionate con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus. Tali realtà hanno espresso a Banco Farmaceutico un fabbisogno pari a oltre 979.000 confezioni di farmaci che, grazie alla raccolta, sarà coperto al 48%.
All’iniziativa hanno aderito 4.869 farmacie. Sono stati coinvolti più di 14.000 volontari e oltre 17.000 farmacisti. I titolari delle farmacie hanno donato circa 730.000 euro.
La GRF si è svolta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio di Aifa e in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Egualia – Industrie Farmaci Accessibili, FederSalus e BFResearch. Intesa Sanpaolo è Partner Istituzionale dell’iniziativa. La GRF è stata realizzata grazie all’importante contributo incondizionato di IBSA Farmaceutici, Teva Italia ed EG Stada Group, e al sostegno di DOC Generici, Zentiva, DHL Supply Chain, Piam Farmaceutici e Unico – La Farmacia dei farmacisti. La Giornata è stata supportata da Rai per il sociale, Mediafriends, La7, Sky per il sociale, e Pubblicità Progresso.
Le realtà che offrono cure e medicine alle persone indigenti, sono state particolarmente danneggiate dalla pandemia e avranno sempre più bisogno del nostro aiuto. Come emerge dall’8° Rapporto sulla Povertà Sanitaria, il 40,6% ha sospeso alcuni servizi. Il 5,9% ha chiuso e non ha ancora riaperto.
Banco Farmaceutico può continuare a fornir loro tutto l’anno parte dei farmaci necessari, grazie a diverse modalità con le quali i cittadini possono sostenerci:
Sostegno Diretto – Banco Farmaceutico, per garantire la consegna dei farmaci in tutta Italia e gestire gli aspetti logistici della distribuzione, ha bisogno di risorse. È possibile contribuire con una donazione diretta attraverso PayPal, con carta di credito, effettuando un bonifico all’Iban IT23J0311002400001570013419, e destinando il proprio 5X1000 al C.F. 97503510154. Per info, Recupero Farmaci Validi – All’interno di oltre 464 farmacie che aderiscono all’iniziativa in 19 province italiane, sono posizionati appositi contenitori di raccolta facilmente identificabili in cui è possibile – con l’assistenza del farmacista – donare i medicinali di cui non si ha più bisogno. Per info visita il sito.
Donazioni Aziendali – Nel 2020, grazie alla collaborazione con 48 aziende farmaceutiche, sono stati raccolti 1.691.781 prodotti (farmaci, integratori, presidi e dispositivi di protezione individuale), pari a un valore di 12.014.677 euro.

“Non era scontato che la GRF si potesse svolgere, né che la partecipazione fosse così ampia; invece, benché la situazione fosse complicata a causa della pandemia, abbiamo assistito ad un vero e proprio moto collettivo di umanità da parte dei tanti soggetti che vi hanno preso parte: i volontari, che hanno prestato gratuitamente il proprio tempo e, in certe zone d’Italia, affrontato il freddo per invitare le persone a donare un medicinale; i farmacisti, che hanno ospitato l’iniziativa, diventandone essi stessi volontari; i cittadini che hanno regalato un farmaco (molti dei quali sono andati apposta per questo scopo); le aziende che hanno contribuito all’evento, garantendone la sostenibilità; e le istituzioni che ci hanno supportato. La strada è ancora in salita e, la crisi economica innescata da quella sanitaria, continuerà a impoverire tante persone. Tuttavia, sappiamo che possiamo continuare a contare sull’aiuto di un piccolo popolo di amici generosi”, ha dichiarato Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

“Condividiamo la soddisfazione degli ottimi i risultati raggiunti, anche quest’anno, dalla Giornata di Raccolta del Farmaco. Risultati che assumono importanza ancora maggiore, considerato il difficile contesto di emergenza sanitaria in cui si è svolta l’iniziativa. Il perdurare della pandemia ha accentuato il fenomeno della povertà sanitaria, che purtroppo colpisce sempre più famiglie. Le farmacie, partecipando alla GRF hanno dimostrato grande sensibilità e si sono fatte promotrici di solidarietà nei confronti delle persone più fragili e indigenti. D’altronde, fa parte del DNA delle farmacie essere vicine ai cittadini e dare una risposta pronta alle loro esigenze di salute”, afferma Marco Cossolo, presidente di Federfarma Nazionale.

“È confortante che malgrado le molte difficoltà, dal timore del contagio alle misure restrittive degli spostamenti, la GRF si sia svolta regolarmente sull’arco di una settimana e abbia ottenuto questo risultato più che positivo” dice Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani. “E’ un’ulteriore prova della vicinanza dei farmacisti alle persone più deboli, dello slancio dei volontari della Fondazione Banco Farmaceutico ma soprattutto della solidarietà dei cittadini. Anche in questo anno terribile centinaia di associazioni assistenziali riceveranno i medicinali necessari a rispondere ai bisogni delle persone che rinunciano a curarsi per ragioni economiche, e sono purtroppo sempre di più. Il mio ringraziamento, a nome di tutta la professione, va a tutti coloro che hanno permesso di raggiungere ancora una volta l’obiettivo”.

Vaccino Covid, Bassetti: “Reazioni lievi, via in 24-48 ore”  

“Bisogna dire alle persone chiaramente, senza nascondere niente, che questo è un vaccino e come tutti i vaccini, e anche i farmaci, ci sono dei rischi e benefici. E, appunto, ci sono anche effetti collaterali che nella maggior parte dei casi…

Covid, in Italia 13 ceppi in circolazione: lo studio  

Il coronavirus Sars-CoV-2 si è diffuso in Italia attraverso ben “13 diversi ceppi virali”. E dopo l’estate a favorire la ripresa della pandemia da Covid-19 sono stati i soggetti superdiffusori, insieme a “microfocolai locali di cui si è perso rapidamente il…

Malattie rare, da Bofrost 300mila euro a Telethon per ricerca  

Un contributo di 300mila euro per sostenere i ricercatori italiani in prima fila nella lotta alle malattie genetiche rare. È la cifra che Bofrost donerà alla Fondazione Telethon. Per l’ottavo anno consecutivo l’azienda italiana della vendita a domicilio di specialità surgelate…

Protagonisti