Digitale: Pisano, ‘oltre 3.000 Comuni sulla strada della trasformazione’  

LinkedIn

“Oltre 3.000 Comuni italiani” sono già sulla strada della trasformazione digitale. In post su Facebook, è la ministra dell’Innovazione tecnologica e digitalizzazione, Paola Pisano, a rilevarlo. “La trasformazione digitale del Paese è un lavoro di squadra, una sfida che siamo chiamati ad affrontare insieme, con la collaborazione di tutti. Con una media di 250 adesioni al giorno, ad oggi sono oltre 3.000 le domande dei Comuni italiani che hanno aderito all’Avviso Pubblico per promuovere la diffusione di Spid, l’identità digitale, PagoPa, la piattaforma per i pagamenti elettronici e l’adozione di Io, l’app dei servizi pubblici, il canale di accesso ai servizi digitali della Pubblica amministrazione” annuncia Pisano. 

La ministra ricorda che “per accedere alle risorse del Fondo per l’Innovazione e la digitalizzazione, le amministrazioni possono presentare la domanda di adesione entro il 15 gennaio 2021. La quota, che sarà assegnata ai Comuni in base alla popolazione residente, verrà erogata in due tranche: la prima, pari al 20%, per le attività concluse entro il 28 febbraio 2021, la seconda, per il restante 80%, per le attività verificate al 31 dicembre 2021”. “C’è tempo fino al 15 gennaio per aderire” ribadisce Paola Pisano. 

Il Fondo per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione gestito dalla ministra Paola Pisano, con i suoi 50 milioni complessivi assegnati, vede infatti assegnati 43 milioni ai Comuni proprio per sostenere la trasformazione digitale degli Enti sui territori a più stretto contatto con cittadini e imprese. Sul sito della società PagoPa é pubblicato l’Avviso pubblico per assegnare i contributi alle amministrazioni comunali che avranno dato seguito a quanto previsto nel decreto legge su ‘Semplificazione e innovazione digitale’ – in vista appunto della scadenza del 28 febbraio 2021- e cioè rendere accessibili i propri servizi online attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (Spid), portare a compimento l’integrazione della piattaforma dei pagamenti pagoPa nei loro sistemi di incasso e iniziare a rendere fruibili i servizi anche da smartphone attraverso l’applicazione Io.  

L’Avviso pubblico è stato quindi rivolto a tutti i Comuni, fatta eccezione per quelli che sono coinvolti negli accordi regionali che hanno la stessa finalità. In questo caso le risorse saranno assegnate attraverso le Regioni. Possono richiedere i contributi del Fondo per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione oggetto dell’Avviso pubblico anche gli Enti che sono già stati ammessi all’Avviso per ‘il rafforzamento della capacità amministrativa dei piccoli Comuni’ pubblicato dal Dipartimento della Funzione pubblica e rivolto ai Comuni sotto i 5.000 abitanti. 

Per accedere al Fondo le amministrazioni interessate devono presentare domanda di adesione entro il 15 gennaio 2021 con l’apposita procedura online. La quota, che sarà assegnata ai Comuni in base alla popolazione residente, verrà erogata in due tranche: la prima, pari al 20%, per le attività concluse entro il 28 febbraio 2021, la seconda, per il restante 80%, per le attività verificate entro il 31 dicembre 2021. Ma non solo.  

Oltre all’erogazione del contributo, il Dipartimento per la Trasformazione digitale guidato dalla ministra Pisano assicura che aiuterà i Comuni mettendo a disposizione un gruppo di esperti per agevolare procedure tecniche e amministrative e manuali operativi dedicati alle piattaforme abilitanti – Spid, PagoPa, App Io- oggetto del Fondo.  

Share.

Lascia un commento