Pericardite, quali sono i sintomi dell’infiammazione che ha colpito Crosetto

Il Ministro della Difesa è stato ricoverato d’urgenza in ospedale. Un dolore persistente al petto che lo ha convinto a presentarsi, da solo e a piedi, al San Carlo di Nancy. La causa sarebbe una pericardite, ecco che cos’è e i sintomi dell’infiammazione che ha colpito Crosetto.

Che cos’è la pericardite

La pericardite è l’infiammazione del pericardio, ovvero della sottile membrana che avvolge il muscolo cardiaco. Ne esistono di diversi tipi e in base alla gravità i sintomi possono avere una durata maggiore o minore.

Questa condizione può infatti verificarsi in forma acuta, sub-acuta, cronica o ricorrente, e per capire di quale si tratta è fondamentale sottoporsi ad alcuni esami clinici. Anche le cause della sua comparsa possono essere diverse, infatti, essa può arrivare a causa d’infezioni virali e batteriche, ma non sempre la sua origine è infettiva.

Chiaramente non è minimamente da sottovalutare, anzi, è necessario procedere con le dovute cure al più presto così da alleviare i sintomi fino alla loro scomparsa.

Crosetto, i sintomi della pericardite e come si cura

La pericardite è caratterizzata da alcuni sintomi molto fastidiosi, che spesso possono preoccupare chi ne soffre poiché si possono affibbiare ad altre patologie anche più gravi. Infatti, essa si manifesta con un dolore al petto persistente ma non solo, spesso si associa anche alla tosse, a un generale senso di malessere, a una stanchezza perpetua e a febbre bassa.

La pericardite si cura a seconda della sua gravità, infatti può presentarsi, come scritto in precedenza, in modi diversi. Nei casi più lievi essa può scomparire spontaneamente, ma non è sempre così. Quando la situazione si aggrava, per curarla è necessario sottoporsi a un trattamento terapeutico composto da farmaci antinfiammatori o da antibiotici.

Nel caso in cui si presentassero complicazioni anche gravi, come ad esempio l’accumulo di liquido attorno al muscolo cardiaco, allora sarebbe necessario il ricovero ospedaliero.

Differenza tra pericardite e miocardite

Erroneamente, spesso si tende a confondere pericardite e miocardite, ma sono due condizioni diverse. Infatti, se la pericardite è l’infiammazione della membrana che avvolge il muscolo cardiaco, la miocardite è l’infiammazione del miocardio.

Le cause di quest’ultima possono essere diverse, dalle infezioni virali alle patologie autoimmuni, come l’artrite reumatoide o il lupus. I sintomi spesso possono somigliare a quelli della pericardite, si associano a dolore toracico, febbre e fiato corto e per questo alla loro presenza è consigliato approfondire subito la loro matrice.

Nel caso di miocardite, spesso risulta necessario il ricovero in ospedale per evitare complicazioni gravi, così da assicurare a chi ne soffre un adeguato supporto e procedere con le cure più appropriate. Insomma, entrambe le condizioni non sono da sottovalutare, anzi, è necessario agire in fretta prima che queste si trasformino in qualcosa di ben peggiore.

Leggi anche: Cos’è la terapia digitale e come aiuta a trattare l’artrosi del ginocchio

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
I più recenti
Cos’è il colera: i sintomi e dov’è ancora diffuso
Smog e problemi respiratori, bambini più a rischio: i consigli degli esperti
Cos’è la malattia del cervo zombie: cause e sintomi
Che cos’è l’ipersonnia: può essere sintomo di una patologia

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.