Covid, Speranza: “Misure dure hanno evitato onda alta” 

LinkedIn

Dall’indagine di sieroprevalenza “emerge un’enorme differenza territoriale. Ci sono state aree che hanno pagato un prezzo molto più alto, e aree che siamo riusciti a salvaguardare. Ecco, questo è un monito: le misure dure, rigorose, che il governo nazionale e quelli regionali hanno messo in campo, e i comportamenti dei cittadini, hanno evitato che il virus si diffondesse in maniera larga e significativa in tutto il territorio nazionale. Se una parte di Paese è riuscita ad evitare che l’onda alta del virus arrivasse, è proprio perché sono state fatte scelte che noi, come governo, rivendichiamo”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza. 

“Aver salvaguardato un pezzo significativo d’Italia è un risultato importante”, rivendica il ministro, che aggiunge: “Il momento più difficile è alle nostre spalle. Siamo fuori dalla tempesta, ma non siamo in un porto sicuro”.  

“Il Paese ha saputo assumere decisioni molto ferme, e il comportamento dei cittadini ci ha aiutato. Ma c’è bisogno ancora di cautela e prudenza. Siamo in uno dei momenti più difficili sul piano internazionale: la nostra Europa non è fuori da una stagione difficile, basta vedere quello che accade nei Balcani” e in altre aree dove si “segnala una ripresa piuttosto significativa”. 

“Questo significa che dobbiamo continuare con gradualità e con prudenza, non disperdendo quanto fatto finora. I sacrifici degli italiani non possono essere vanificati. Per questo – ha detto Speranza – il governo continuerà a muoversi con grande determinazione sulla linea della cautela e della prudenza”. Che per Speranza “è la linea giusta, che ha saputo piegare questa curva”. 

Share.

Lascia un commento