Covid, Andreoni: “Oms conferma emergenza globale, tenere alta attenzione”

(Adnkronos) – “Il fatto che l’Oms non ha tolto l’indicaizone sul Covid, ribadendo che è ancora un’emergenza globale, è una ulteriore testimonianza su come debba essere tenuta alta la guardia e l’attenzione a livello nazionale e internazionale. Dobbiamo continuare a lavorare sul monitoraggio delle varianti e anche sulla campagna vaccinale, i fragili e gli anziani che ancora non hanno fatto la quarta dose dovrebbero sbrigarsi”. Così all’Adnkronos Salute Massimo Andreoni, professore di Malattie infettive all’Università Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), commenta la decisione del Comitato di emergenza dell’Organizzazione mondiale della sanità che ha mantenuto per Covid-19 lo status di emergenza sanitaria pubblica internazionale (Pheic).  

“Opportuna proroga obbligo test per passeggeri cinesi” 

Quanto alla “probabile proroga” dell’obbligo dei tamponi anti-Covid per i passeggeri cinesi in arrivo a Roma “è una decisione opportuna che il ministro della Salute fa bene a prendere. Stiamo entrando in una fase di endemia e in Italia la situazione sembra avviarsi verso una situazione di sicurezza, ma proprio per questo devono essere tenute altre le misure di controllo per chi arriva da zone dove l’incidenza Covid è ancora alta”, ha detto ancora Andreoni commentando quanto affermato questa mattina dal ministro della Salute Orazio Schillaci: “Stiamo pensando di procrastinare a metà o a fine febbraio” l’obbligo dei tamponi per i passeggeri cinesi in arrivo in Italia.  

 

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
I più recenti
Cos’è il colera: i sintomi e dov’è ancora diffuso
Smog e problemi respiratori, bambini più a rischio: i consigli degli esperti
Cos’è la malattia del cervo zombie: cause e sintomi
Che cos’è l’ipersonnia: può essere sintomo di una patologia

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.