Coronovirus, Trump: “America non è fatta per essere chiusa” 

“Il nostro Paese non è stato fatto per essere chiuso e bloccato”. Così Donald Trump ha detto che la sua amministrazione lavorerà per permettere alle economie locali di “riprendere con cautela” ed al momento appropriato le attività durante l’epidemia di coronavirus. 

“I nostri esperti di sanità pubblica, che sono straordinari, stanno studiando le variazioni della malattia nel Paese ed useranno questi dati per raccomandare nuovi protocolli che permetteranno alle economie locali di riprendere le loro attività in modo cauto ed al momento opportuno”, ha detto il presidente parlando ai giornalisti al briefing quotidiano con la task force della Casa Bianca. Mentre si allunga la lista degli stati che ordinano ai propri cittadini di rimanere a casa e chiudono tutte le attività non essenziali, ed i casi arrivati ad oltre 43mila, Trump ha dichiarato di essere convinto che l’economia presto sarà di nuovo in ripresa e che le attività riapriranno nel giro di settimane. “L’America sarà di nuovo, e presto, riaperta al pubblico – ha detto – questo è un problema medico, non lasciamo che si trasformi in un problema finanziario a lungo termine”.  

IL VIRUS NEGLI USA – Sono più di 41 mila i casi di coronavirus registrati finora negli Stati Uniti, dove sono stati condotti 313 mila test. Lo rende noto il vice presidente Usa Mike Pence, spiegando che tutti i laboratori degli ospedali e tutti gli Stati devono inviare i numeri delle persone risultate positive ai Centri Usa per il controllo e la prevenzione della malattia. 

 

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
Imprese d'Eccellenza
Non sono state trovate imprese
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Rimani aggiornato
Speciale Coronavirus
Covid, Iss: “Resta emergenza, non abbassare la guardia e vaccinarsi”
Covid oggi Calabria, 235 contagi e 3 morti: bollettino 31 gennaio
Covid oggi Toscana, 390 contagi e nessun decesso: bollettino 31 gennaio
Covid, Gismondo: “Quella dell’Oms non è prudenza ma strategia politica”
Covid oggi Calabria, 64 contagi e 2 morti: bollettino 30 gennaio
Covid, Andreoni: “Oms conferma emergenza globale, tenere alta attenzione”

ACCESSO NEGATO

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.