Coronavirus, terzo morto in Germania  

Terza vittima per il coronavirus in Germania. Lo ha reso noto un portavoce di Heinsberg, nel land del Nord Reno Westfalia, lo stesso dove si sono registrate le altre due vittime. 

“Dobbiamo guadagnare tempo per rallentare la diffusione del virus” ha dichiarato la cancelliera tedesca Angela Merkel intervenendo a Berlino davanti ai giornalisti. Merkel ha ricordato che “ci sono gruppi vulnerabili nella popolazione” che vanno protetti, ed ha sottolineato la necessità di non lasciare che “il nostro sistema sanitario venga sopraffatto”.  

“La nostra solidarietà, il nostro buon senso, i nostri cuori sono messi alla prova e io spero che la supereremo” ha detto Merkel, che ha messo in guardia contro il rischio che “il 60-70%” dei tedeschi venga infettato, come avanzato dalle stime degli esperti. “Quindi si tratta di guadagnare tempo”, ha spiegato. 

La cancelliera ha sottolineato che “serve una risposta coordinata dell’Ue” per far fronte all’emergenza. “Speriamo sinceramente che le dure misure adottate in Italia portino ad un cambiamento in meglio”, ha aggiunto. 

Nella dichiarazione introduttiva della conferenza stampa Merkel ha rivolto la sua attenzione alla situazione nel nostro Paese, esprimendo la partecipazione della Germania nei riguardi della popolazione, costretta all’isolamento, ma anche di chi opera nel settore sanitario e della politica in Italia.  

Per Merkel, il Patto di crescita e stabilità della zona euro offre una flessibilità sufficiente a gestire situazioni fuori dell’ordinario. “Certo non diciamo all’Italia che non può investire nel suo sistema sanitario”, ha detto la cancelliera.  

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
I più recenti
La casa farmaceutica indiana Piramal Pharma Limited registra una forte crescita
Settimana europea della salute mentale: i giovani sono a rischio
Teva Pharma, successo dei ricavi nel primo trimestre
Pancia gonfia: ecco i migliori rimedi naturali

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.