Coronavirus, Rezza(Iss): “Maggiore decremento casi a fine mese” 

I dati quotidiani sui casi di Covid-19 sono “un’altalena di illusioni e delusioni che si alternano. Ma si tratta di dati storici che dipendono molto dai test che si fanno e dall’arrivo delle notifiche, e rispecchiano la fotografia del passato, essendo contagi avvenuti 7-10 giorni fa. Quindi non ci dicono in tempo reale quello che sta succedendo”. Così il direttore del dipartimento Malattie infettive dell’ Istituto superiore di sanità, Gianni Rezza, a Rainews24. 

“Noi – sottolinea – dovremmo invece vedere il trend in base alla comparsa dei sintomi e in quel caso vedremmo che, anche in Lombardia, stiamo assistendo a una diminuzione. Ma questo trend deve essere consolidato e probabilmente verso la fine del mese potremmo vedere un primo decremento maggiormente rilevante se gli interventi di distanziamento sociale hanno avuto effetto”. 

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
I più recenti
Cos’è la malattia del cervo zombie: cause e sintomi
Che cos’è l’ipersonnia: può essere sintomo di una patologia
Tachicardia e reflusso sono collegati? Ecco cosa dicono gli esperti
Pericardite, quali sono i sintomi dell’infiammazione che ha colpito Crosetto

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.