Coronavirus, Rezza(Iss): “Maggiore decremento casi a fine mese” 

I dati quotidiani sui casi di Covid-19 sono “un’altalena di illusioni e delusioni che si alternano. Ma si tratta di dati storici che dipendono molto dai test che si fanno e dall’arrivo delle notifiche, e rispecchiano la fotografia del passato, essendo contagi avvenuti 7-10 giorni fa. Quindi non ci dicono in tempo reale quello che sta succedendo”. Così il direttore del dipartimento Malattie infettive dell’ Istituto superiore di sanità, Gianni Rezza, a Rainews24. 

“Noi – sottolinea – dovremmo invece vedere il trend in base alla comparsa dei sintomi e in quel caso vedremmo che, anche in Lombardia, stiamo assistendo a una diminuzione. Ma questo trend deve essere consolidato e probabilmente verso la fine del mese potremmo vedere un primo decremento maggiormente rilevante se gli interventi di distanziamento sociale hanno avuto effetto”. 

Leggi anche...

I più recenti

Al via la Piattaforma Nazionale di Telemedicina in alcune regioni pilota

Al via la Piattaforma Nazionale di Telemedicina in alcune regioni pilota

differenze colpo di calore insolazione

Colpo di calore e insolazione: quali sono le differenze principali e come riconoscerli

quante volte mettere la crema solare

Quante volte mettere la crema solare? Ecco i consigli degli esperti

quante docce fare in estate

Caldo estivo, troppe docce fanno male? Ecco quante farne

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.