Coronavirus, quasi 2mila malati 

“Il totale delle persone ancora malate di coronavirus in Italia è di 1.835, un incremento di 258” rispetto al giorno precedente, ha fatto sapere commissario straordinario Angelo Borrelli. “Quello che è confortante è che il 50% dei 258 è di persone asintomatiche o in isolamento domiciliare, il 40% è ricoverato con sintomi e il 10% è in terapia intensiva”.  

Salgono a 52 le vittime, sottolinea poi Borrelli, “con le 18 persone morte oggi, 15 in Lombardia e 3 in Emilia Romagna. Cresce allo stesso tempo il numero delle persone guarite, 66: “Così il totale dei guariti da coronavirus sale a 149”. 

“I tamponi effettuati finora – ha aggiunto Borrelli – sono oltre 23mila” e in particolare 23.345. I casi confermati dall’Istituto superiore di sanità “sono 668”, mentre le regioni che vedono il maggior numero di contagiati sono “la Lombardia con 1077 persone positive e in cura, in Emilia Romagna 324 e Veneto 271”. Al momento, ha spiegato il commissario, “non ci sono criticità nelle terapie intensive”. 

Dall’inizio dell’emergenza sono 2036 i casi di coronavirus in Italia: gli attualmente positivi sono 1835, 149 sono le persone guarite e 52 le persone decedute. E quando emerge dai dati diffusi dalla Protezione Civile. 

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
Imprese d'Eccellenza
Non sono state trovate imprese
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Rimani aggiornato
Speciale Coronavirus
Covid Italia, ricoveri in calo da sette settimane: report Fiaso
Covid oggi Toscana, 285 contagi e 14 morti: bollettino 1 febbraio
Covid oggi Sardegna, 236 contagi e 5 morti: bollettino 31 gennaio
Covid oggi Lazio, 1.114 contagi e 3 morti. A Roma 639 nuovi casi
Covid, Iss: “Resta emergenza, non abbassare la guardia e vaccinarsi”
Covid oggi Calabria, 235 contagi e 3 morti: bollettino 31 gennaio

ACCESSO NEGATO

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.