Coronavirus, Guerra: “Più tamponi ma mirati” 

“Le indicazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità non sono cambiate, vanno fatti più tamponi ma mirati: casi sintomatici, casi sospetti per esposizione professionale come gli operatori sanitari e i contatti, che vanno assolutamente tracciati”. Lo sottolinea all’Adnkronos Salute il direttore vicario dell’Organizzazione mondiale della sanità, Ranieri Guerra, tracciando la strada da seguire: “Eseguire tamponi di massa è inutile, ma anche infattibile con la tecnologia attuale”. La raccomandazione, dunque, è “fare più tamponi su fasce mirate, tracciando efficacemente i contatti”. Anche Regione Lombardia, prosegue Guerra, “ha aumentato il numero dei tamponi, vuol dire che la rete funziona. Non siamo all’anno zero”, rassicura. 

Al Sud, “dove i numeri sono ancora limitati e la pressione è minore” rispetto alle aree più colpite dall’emergenza coronavirus, “si possono tracciare i contatti in modo più intenso, questo permetterebbe di contenere l’epidemia. E’ opportuno che le regioni del Sud si attivino a livello territoriale: la medicina del territorio gioca un ruolo fondamentale” per arrestare l’espansione dei contagi.  

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
Imprese d'Eccellenza
Non sono state trovate imprese
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Rimani aggiornato
Speciale Coronavirus
Covid, Oms avverte: “Cautela, ancora troppi morti”
Covid oggi Lombardia, 5.341 contagi e 48 morti: bollettino ultima settimana
Covid oggi Sardegna, 132 contagi: bollettino 27 gennaio
Covid oggi Basilicata, 275 contagi e 2 morti: bollettino ultima settimana
Covid oggi Lazio, 708 contagi e 2 morti. A Roma 433 nuovi casi
Covid oggi Italia, 38.168 contagi e 345 morti: ultimo bollettino settimana

ACCESSO NEGATO

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.