Coronavirus, Conte: “Il Paese non può permettersi scioperi” 

“Mi auguro che non ci siano scioperi di sorta, il Paese non se lo può permettere, questo vale anche per i benzinai”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. A chi domanda se, in caso di sciopero, si arriverà a una precettazione, il premier ha risposto: “Sono convinto che non arriveremo a questo, ho visto anche nel mondo sindacale un grande senso di responsabilità. Fermo restando che dobbiamo assicurare la sicurezza nei luoghi di lavoro e tutelare la salute anche dei lavoratori”.  

“Detto questo -ha proseguito-, per quanto riguarda in particolare i fornitori di carburante la ministra De Micheli adotterà un’ordinanza che potrà regolamentare l’orario di apertura per assicurare rifornimento in tutta la penisola. La filiera alimentare sarà assolutamente garantita e posso garantire che sarà assicurato il rifornimento di carburante”.  

“Non ritengo che sarà necessario -ha ripetuto Conte- ma è chiaro che in questo momento dobbiamo presidiare in tutti i modi le attività ritenute essenziali ai fini del funzionamento della macchina statale che già sta marciando a motori rallentati”.  

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
Imprese d'Eccellenza
Non sono state trovate imprese
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Rimani aggiornato
Speciale Coronavirus
Covid oggi Lazio, 761 contagi: a Roma 427 casi
Covid, da Roche un nuovo test per sottovariante Kraken
Covid oggi Sardegna, 179 contagi e 2 morti: bollettino 26 gennaio
Covid oggi Toscana, 275 contagi e zero morti: bollettino 26 gennaio
Covid oggi Lazio, 779 contagi e 6 morti. A Roma 430 nuovi casi
Covid oggi Sardegna, 125 contagi e 4 morti: bollettino 25 gennaio

ACCESSO NEGATO

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.