Coronavirus, app ‘anticontagio’ da Singapore: ecco come funziona 

Si chiama TraceTogether ed è l’app che Singapore schiera per contenere la diffusione del coronavirus. “Se siete stati in contatto con un caso di Covid-19, a prescindere se conosciate la persona, TraceTogher permette di chiamarvi rapidamente. Essere contattati in tempi brevi permette di proteggere le persone che vi circondano, riducendo la diffusione del Covid-19”, si legge sul sito allestito dal governo per favorire l’utilizzo dell’app. 

Il video esplicativo indica i passi da compiere: scaricare l’app e attivare il Bluetooth sul proprio smartphone. “Tutto qui”, secondo le istruzioni. Come funziona l’app? “TraceTogether usa il Bluetooth per determinare quando uno smartphone è vicino ad un altro apparecchio sul quale sia stata installata l’applicazione. I due telefoni si scambiano ID anonimi, i dati vengono criptati e conservati esclusivamente sul vostro smartphone”.  

Se un utente risulta positivo al Covid-19, a lui o a lei verrà chiesto di fornire i dati” registrati dall’app. Si tratta di “una lista di ID anonimi a cui il telefono” del soggetto contagiato “si è avvicinato. Tutto qui: nessuna geolocalizzazione, né vengono raccolti dati personali”. “Gli ID anonimi aiuteranno i ‘tracers’ a rintracciare velocemente le persone ad alto rischio contagio, a fornire cure e a prevenire il rischio di diffusione del virus”. 

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
I più recenti
Cos’è la malattia del cervo zombie: cause e sintomi
Che cos’è l’ipersonnia: può essere sintomo di una patologia
Tachicardia e reflusso sono collegati? Ecco cosa dicono gli esperti
Pericardite, quali sono i sintomi dell’infiammazione che ha colpito Crosetto

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.