Appalti, Rebecchini (Acer): “Dl semplificazioni non risolve problemi a monte”  

“Lo abbiamo chiaramente espresso durante tutta la fase di conversione del decreto. Il decreto Semplificazioni non interviene sulle fasi a monte delle procedure di gara. Interviene solo nelle fasi diciamo di espressione pubblica delle gare d’appalto. I veri problemi sono a monte: per arrivare a bandire una gara d’appalto, da 10 milioni in su, ci vogliono anche 8-9 anni: questi erano i tempi che si dovevano ridurre”. Ad affermarlo in un’intervista all’Adnkronos è il presidente di Acer, Nicolò Rebecchini in merito al dl semplificazioni.  

Con il provvedimento, invece di puntare a ridurre i tempi della procedura, sottolinea Rebecchini, “siamo andati a intervenire sulle modalità di espressione pubblica delle gare d’appalto, siamo andati addirittura a ledere e a mettere a rischio la concorrenza”. Infatti, rileva il presidente di Ance Roma, “in questo momento non c’è più la necessità di pubblicare in Gazzetta Ufficiale le gare d’appalto e ora gli enti potranno avere i propri albi di fiducia: solo chi appartiene a questi albi di fiducia parteciperà alle gare. E’ una situazione gravissima e pericolosa. Abbiamo visti quanti disastri sono avvenuti nel passati. Noi su questo continueremo a denunciare un modalità che non solo ledono alla concorrenza ma sono pericolosi per gli effetti che provocheranno in futuro”, aggiunge Rebecchini. 

Leggi anche...
Le Fonti - New Pharma Italy TV
Imprese d'Eccellenza
Non sono state trovate imprese
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Non sono state trovate riviste
Rimani aggiornato
Speciale Coronavirus
Covid oggi Toscana, 294 contagi e 3 morti: bollettino 2 febbraio
Covid oggi Lazio, 714 contagi: 393 casi a Roma
Covid oggi Calabria, 158 contagi e 4 morti: bollettino 1 febbraio
Covid Italia, ricoveri in calo da sette settimane: report Fiaso
Covid oggi Toscana, 285 contagi e 14 morti: bollettino 1 febbraio
Covid oggi Sardegna, 236 contagi e 5 morti: bollettino 31 gennaio

ACCESSO NEGATO

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti la salute.